Esumazione Cimiteriale della salma Pescara

L’agenzia funebre Di Rosario con sede a Pescara e nel comune di Cappelle Sul Tavo (provincia di Pescara) si occupa di vari servizi connessi al decesso di una persona. Tra questi, effettuati su richiesta, rientra anche l’esumazione cimiteriale delle salme.

Che cos'è l'esumazione cimiteriale

Quando una persona viene a mancare, di norma le si organizza un funerale. A tale scopo è possibile contattare un’impresa funebre, come ad esempio l’agenzia Di Rosario, che può provvedere a ogni questione relativa all’operazione, incluse quelle di natura burocratica per l’ottenimento delle autorizzazioni a procedere.

Nell’occasione, se i familiari o altre persone interessate che hanno contattato l’agenzia funebre non optano per la cremazione, il corpo di chi non c’è più viene introdotto all’interno di una bara e quindi collocato in uno spazio presente nel cimitero: può trattarsi di una fossa di sepoltura o di un loculo.

La salma del defunto rimane all’interno di tale spazio per molti anni. Trascorso un certo periodo di tempo, scade la concessione concordata per quello spazio, e avviene l’esumazione o la estumulazione cimiteriale ordinaria. Si tratta cioè di estrarre la bara della salma per spostare altrove quel che resta della persona deceduta.

A volte l’operazione viene effettuata in anticipo rispetto ai tempi previsti dalla legge: in quel caso si parla di esumazione o estumulazione straordinaria.

Esumazione Cimiteriale
Esumazione salme

Differenza tra esumazione ed estumulazione

Spesso, in modo informale, con il termine Esumazione Cimiteriale ci si riferisce sia all’esumazione vera e propria che alla estumulazione. In effetti si tratta di operazioni simili, ma che presentano delle differenze sostanziali:

  • Nel caso dell’esumazione propriamente detta, viene effettuato il disseppellimento dalla fossa di sepoltura in terra.
  • Nel caso della estumulazione, la bara della salma viene rimossa dallo spazio in muratura nel quale era stata collocata.

Caratteristiche dell’esumazione e dell’estumulazione ordinarie

Come spiegato in precedenza, l’esumazione cimiteriale ordinaria e l’estumulazione ordinaria sono procedure che riguardano ogni salma che ha occupato uno spazio all’interno di un cimitero per un certo numero di anni previsto dalla legge.

Quando avviene una esumazione o una estumulazione ordinaria, la bara viene prelevata dallo spazio occupato, e il contenuto viene spostato in altra sede.

Tuttavia, prima che si proceda con lo spostamento, i familiari o gli eredi della persona defunta devono essere informate con un certo anticipo. Infatti, occorre concedergli il tempo necessario per trovare un nuovo eventuale luogo in cui collocare ciò che rimane del corpo.

Cosa succede se nessuna persona manifesta interesse dopo il regolare avviso dell’esumazione o estumulazione ordinaria della salma? In quel caso, l’estrazione della bara avviene comunque, e la salma viene posta in un altro spazio del cimitero per alcuni anni, in genere cinque.

Ma, se in seguito all’esumazione o estumulazione ordinaria la salma risulta decomposta, i resti ossei di quest’ultima vengono trasferiti nell’ossario comune del cimitero. Oppure all’interno di una cassetta ossario, qualora i familiari o gli eredi lo richiedano.

Questa eventuale cassetta viene custodita per i due anni successivi. Trascorso tale periodo, i resti del defunto vengono spostati definitivamente nell’ossario comune.

Quando viene fatta l’esumazione o l’estumulazione straordinaria

Le esumazioni e le estumulazioni straordinarie sono definite in questo modo in quanto si effettuano soltanto in determinati casi.

Infatti sono quelle che avvengono prima dell’arco di tempo ordinario previsto dalla legge, e possono essere richieste per vari motivi.

Ad esempio, i familiari di un defunto possono volere l’estrazione della tomba per spostare la salma in un altro cimitero, oppure per poter effettuare la cremazione della salma stessa.

In alcuni casi, anche l’autorità giudiziaria può richiedere questo tipo di operazione, se lo reputa necessario per un qualche motivo. Lo stesso vale per il Comune che gestisce il cimitero.

Per le esumazioni e le estumulazioni straordinarie ordinate dall’autorità giudiziaria, le salme devono essere successivamente trasportate in una sala autoptica.

Di solito, queste operazioni straordinarie non possono essere effettuate nei mesi di maggio, giugno, luglio, agosto e settembre. Tuttavia, sono comunque possibili in tali mesi nel caso in cui a ordinarle sia un’autorità giudiziaria, o nel caso in cui debbano essere fatte nei comuni montani i cui rispettivi regolamenti di igiene le consentono.

Se si tratta della salma di una persona morta a causa di una malattia infettiva e contagiosa, l’operazione può essere svolta soltanto se sussistono due condizioni: sono trascorsi almeno due anni dal decesso, e il coordinatore sanitario dichiara che si può procedere senza rischiare nulla dal punto di vista della salute pubblica.

Perché affidarsi all’agenzia Di Rosario per le esumazioni e le estumulazioni

Come già evidenziato all’inizio di questo articolo, l’agenzia Di Rosario offre assistenza in seguito al decesso di una persona e può essere contattata anche nel caso di esumazioni ed estumulazioni ordinarie e straordinarie.

Affidandosi alla ditta funebre Di Rosario si può avere la certezza che tutte le operazioni pratiche e burocratiche connesse alla richiesta vengano svolte nel migliore dei modi, grazie ai tanti anni di esperienza nel settore che tale impresa detiene.